top of page

DALLA MILITANZA POLITICA AL FILM I DANNATI DELLA TERRA

 

 

Intervista, conversazione, ricostruzione storica, ma anche viaggio retrospettivo nell’Italia e nel mondo tra anni Cinquanta e Sessanta, quando l’inconcepibile sembrava potersi realizzare, questo libro raccoglie il frutto di una vita di incontri e di scontri di un giovane «sospeso» tra America Latina e Italia e proiettato nelle grandi vicende di allora: la decolonizzazione, i nazionalismi progressivi, Cuba, le lotte studentesche. In pagine di grande intensità emotiva edi estrema precisione storica, i grandi protagonisti di quegli anni si avvicendano, tutti ruotando attorno al progetto di un film ispirato a Fanon e girato tra le zone liberate della Guinea Bissau e gli studi di Cinecittà.

Traduzione di Elena Albanese e Alessandro Volpi

 

Alberto Filippi, nato a Padova, cresciuto a Caracas, ha studiato Diritto nella capitale del Venezuela e Filosofia a Roma. Attivista nei movimenti politici negli anni Cinquanta e Sessanta, nel 1962 partecipò, come rappresentante in Europa del Frente de Liberación Nacional de Venezuela, al Congresso mondiale per la pace di Mosca. Alla fine degli anni Sessanta venne chiamato all’Università di Camerino. Nel corso degli anni Settanta e Ottanta si affermò come il principale rappresentante degli studi sulla storia e le istituzioni latinoamericane in Italia. Attualmente vive a Buenos Aires, dove insegna nell’Instituto de Justicia y Derechos Humanos dell’Universidad Nacional de Lanús.

RIVOLUZIONE E CINEMA FRA TERZO MONDO ED EUROPA di Alberto Filippi

SKU: 9788899700898
€16.70 Prezzo regolare
€15.87Prezzo in saldo
    bottom of page