Georges Bataille e l'eterologia sociologica

 

Il dispendio improduttivo, la parte maledetta, la sovranità, l’energia, il sacro, l’intimità perduta, la continuità: sono alcune delle nozioni chiave della sociologia di George Bataille per indicare un movimento preliminare dell’esistenza, sia a livello individuale che collettivo, che perdura nelle pieghe della modernità, che la costituisce, di cui si serve anche quando si ostina a estrometterla dai suoi ideali di perfettibilità. L’eterologia, la scienza dei corpi estranei o degli elementi eterogenei, allo stato di abbozzo nella sua elaborazione, conclusa anche se frammentata dall’inventario degli oggetti e dei metodi di apprensione, doveva costituire per Bataille l’opera principale di una coscienza in cerca di chiarezza nei confronti dei fatti umani, libera da ogni tipo di servilismo o di subordinazione.

 

Philippe Joron è professore ordinario di sociologia all’Università Paul-Valéry di Montpellier, dove dirige il LEIRIS (Laboratorio interdisciplinare di studi sull’immaginario e il reale). Studioso di sociologia dell’immaginario, della festa e della violenza mediatica, tra i maggiori interpreti del pensiero di Georges Bataille, direttore della rivista «Sociétés», sviluppa le sue attività di ricerca e di insegnamento tra la Francia, il Brasile e la Corea del Sud.

LA VITA IMPRODUTTIVA - Philippe Joron

SKU: 9788899700799
€17.70 Prezzo regolare
€16.82Prezzo in saldo