di Francesco Gnerre

 

Dagli inizi del Novecento alla contemporaneità, un percorso inedito nella letteratura italiana alla ricerca dell’amore che non osava pronunciare il suo nome, un amore proibito da censure esterne o da forme di autocensura degli scrittori stessi. Riletti oggi, alcuni testi dei lontani anni del secolo scorso rivelano sorprendenti slanci liberatori, altri coprono di veli verità appena sussurrate, ma tutti sono indispensabili per la ricostruzione di una storia e di una tradizione negate.

Oggi che l’eroe negato sembra uscito dal ghetto, si affacciano nuovi problemi: dal disagio di vivere in una società basata su un’istituzione familiare “normale”, all’inquietudine di fronte a una assimilazione che inglobando la diversità ne neutralizza gli aspetti più eversivi. “E la letteratura, che ha testimoniato e accompagnato la trasformazione sociale e culturale dell’ultimo secolo, dalla paura dell’omosessualità a una sua sostanziale accettazione, pone oggi nuove domande continuando a mettere in discussione norme e valori codificati e a sperimentare attraverso la scrittura nuovi modi di vivere i rapporti umani”.

 

Francesco Gnerre, originario di Santa Paolina (Av.) vive e lavora a Roma, dove ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori e Teoria della letteratura all’Università Roma 2 Tor Vergata. È autore di testi scolastici (tra gli altri, ha curato un’edizione della Divina Commedia, Petrini, Torino, 2015) e di studi di sociologia della letteratura. Tra le sue pubblicazioni una prima edizione di L’eroe negato. Il personaggio omosessuale nella narrativa italiana contemporanea (Gammalibri, Milano, 1981), riscritto successivamente e pubblicato col titolo L’eroe negato. Omosessualità e letteratura nel Novecento italiano Baldini &Castoldi, Milano, 2000, Avventure dell’eros, Gammalibri, Milano, 1984, La biblioteca ritrovata, Rogas Edizioni, Roma, 2015 e, insieme a Gian Pietro Leonardi, Riflessioni sullo scrivere gay, Il dito e la luna, Milano, 2007. Per anni è stato tra i redattori delle riviste Babilonia e Pride.

 

“Il saggio più ricco ed esauriente in materia che esista in Italia” (Aldo Busi)

 

“Gnerre ha il merito di aver affrontato in modo estensivo e ragionato un aspetto incandescente della creatività letteraria. Smascherandone stereotipi, rimozioni, pregiudizi. E casi di autocensura” (Enzo Golino)

 

 

L'EROE NEGATO. Omosessualità e letteratura nel Novecento italiano

SKU: 9788899700201
€22.70 Prezzo regolare
€21.57Prezzo in saldo