Black Mirror è una serie televisiva antologica in grado di interrogare in maniera radicale il senso del rapporto tra l’uomo, la società e le tecnologie nel tempo presente. Questo volume si propone quale glossario a più voci, con l’obiettivo di interpretare, nelle trame dell’angosciante distopia messa in scena, il mutamento delle culture, dei media e degli immaginari nella società digitale globalizzata in cui viviamo.

 

 

Mario Tirino è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università di Salerno. Si occupa di sociologia delle culture digitali e audiovisive, di mediologia della letteratura e di media theory. Ha pubblicato circa cinquanta saggi in volumi collettivi e riviste accademiche. Ha curato, con Alfonso Amendola, i volumi Romanzi e immaginari digitali. Saggi di mediologia della letteratura (Gechi, 2017) e Saccheggiate il Louvre. William S. Burroughs tra eversione politica e insurrezione espressiva (Ombre Corte, 2016).

 

Antonio Tramontana è PhD in Antropologia e Studi Storico-linguistici. Si occupa delle forme espressive del mutamento sociale secondo due direttrici: la teoria sociale e l’immaginario collettivo. I temi di ricerca su cui ha pubblicato in libri e riviste e con cui ha partecipato a convegni scientifici e internazionali hanno avuto come oggetto: la tecnologia digitale, gli oggetti, la chirurgia estetica, la paura, il terrorismo, il mistero, la fatalità, il male e il gioco. È fondatore e membro della rivista “Im@go. A Journal of the Social Imaginary”, della “Sezione Immaginario” presso l’Associazione Italiana di Sociologia (AIS) e del Centro di Ricerca sull’Immaginario Mediale (CRIM) presso l’Università di Messina. È in corso di pubblicazione I cristalli della società. Simmel, Benjamin, Gehlen, Baudrillard e l’esistenza multiforme degli oggetti (Meltemi 2018).  

I RIFLESSI DI BLACK MIRROR di Mario Tirino e Antonio Tramontana

SKU: 9788899700232
€19.70 Prezzo regolare
€18.72Prezzo in saldo