Citofonare Morabito è una storia. Anzi, trentadue. Trentadue storie si presentano a un microfono sullo sfondo del Serpentone di Corviale, quartiere periferico di Roma definito «Il più lampante errore di programmazione architettonica della storia urbanistica italiana» (cit.).
Eppure, come tutti gli errori, anche l’errore di Corviale finisce per insegnare qualcosa. Ed è qualcosa che vale la pena raccontare. Lo sa bene Gianluca, il regista che raccoglie interviste tra gli abitanti di Via di Poggio Verde.
Quella che emerge dagli abissi della periferia romana è una parte d’umanità che, senza neanche accorgersene e senza tante pretese, riscatta il degrado che la circonda, gli resiste, lo sfida… alle volte con l’umorismo, altre con la rabbia, altre ancora con l’amore. Tante forme di amore.
È un insieme di voci coraggiose a modo loro, voci fuori dal coro, perché il coro è altrove, e forse canta meglio, ma che importa?
Attraverso l’indagine narrativa si aprono, così, spaccati di vita, finestre sugli interni e sui cortili, fotografie di esistenze che scorrono. Sono testimonianze che con la sola espressività della parola, riabilitano la «disabilità» socio-economica, rivendicano il valore intrinseco dell’essere umano e lo riportano dai margini dritto al bersaglio, per restare lì, anche solo un istante, a ricordare cosa veramente conta, in fin dei conti…
Citofonare Morabito è, dunque, una narrativa dell’inclusione interiore, rielaborata con la pratica dell’ascolto. Il regista non parla mai, se non alla fine, perché il regista siamo noi in silenzio che frughiamo. Non è questo che facciamo ogni giorno dai nostri profili online? Cercare di sapere cosa c’è nelle vite degli altri.
Ce lo diranno loro, stavolta, gli abitanti di Corviale, cosa c’è nelle vite degli altri.

 

Cecilia Lavatore è nata nel 1990 a Roma, dove vive attualmente. 
È autrice di racconti, poesie, saggi e testi teatrali. 
Citofonare Morabito. Voci di Corviale è il suo primo romanzo. Si è laureata all’Università di Roma Tre in Storia e Società con 110 e lode. 
Ha vissuto in diversi Paesi, tra i quali Stati Uniti, Regno Unito e Spagna, dedicandosi allo studio delle lingue e lavorando nel settore turistico. È rientrata poi in Italia nel 2018 per dedicarsi all’insegnamento e alla scrittura, le sue più forti passioni, insieme ai viaggi: si considera, infatti, una cittadina del mondo. Ambienta, tuttavia, la maggior parte delle sue storie a Roma, città alla quale la unisce un profondo vincolo affettivo e identitario.
Dal 2019 è docente di Lettere in una scuola paritaria internazionale, tiene corsi di Scrittura creativa e interpreta la sua produzione durante eventi letterari, incontri di poesia e a teatro.
Sogna ogni notte e ogni giorno. E si adopera per realizzare ciò che vede nei suoi sogni.

CITOFONARE MORABITO. Voci di Corviale - di Cecilia Lavatore

SKU: 9788899700744
€17.70 Prezzo regolare
€16.82Prezzo in saldo