«Il Socialismo, immaginato, immaginario, reale e il gioco del calcio. Con i suoi perdenti di successo e i campioni, magari annegati nelle loro debolezze o nell’ineluttabilità della dittatura del proletariato. La povertà dei mezzi e l’innegabile splendore dei fini. Il Patto di Varsavia e le sue propaggini legate al Comecon hanno regalato alla generazione della guerra fredda emozioni violente e storie da tramandare, tra ingenuità di regime e talento infinito. L’Ungheria di Puskas, la Polonia di Lato, l’Urss di Lev Yashin, ma anche Sparwasser, Sollier e la Democracia Corinthiana, perché l’internazionalismo regnava sovrano dove meno te lo aspettavi. Fabio Belli e Marco Piccinelli in queste pagine ci raccontano emancipazioni proletarie solo sfiorate, ma che per decenni hanno fatto sognare milioni di persone, sia a est che a ovest della cortina di ferro.»


(dalla prefazione di Max Collini)

 

 

 

GLI AUTORI

 

Marco Piccinelli è giornalista, studente, attivista. Scrive per il Nuovo Corriere Laziale, è blogger per Formiche.net. Ha scritto per Contro La Crisi, L'Indro, Oltremedianews.com, Terra e Il Manifesto. Nicchista per vocazione. Generalmente legge parecchio.

 

Fabio Belli, giornalista pubblicista, nato nel 1980, resta ancora in dubbio se il calcio sia stato una salvezza o una rovina per la sua vita. Direttore responsabile di Laziostory.it, collabora con il Nuovo Corriere Laziale e la trasmissione radiofonica Laziali On Air, ma tiene segreta la squadra per cui tifa. Generalmente frigge parecchio.

CALCIO E MARTELLO di Fabio Belli e Marco Piccinelli

SKU: 9788899700072
€10.90 Prezzo regolare
€10.36Prezzo in saldo
    • White Facebook Icon
    • White Pinterest Icon
    • White Instagram Icon

    ©2023 by Flamingo Designs. Proudly created with Wix.com